Moto: come regolare forcelle anteriori e mono posteriore

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida cercherò di spiegare in una serie di passaggi non troppo complessi come regolare le forcelle anteriori e il mono posteriore della propria moto in maniera del tutto autonoma. Le sospensioni, come ben sapete, sono costituite da molle e sistema idraulico che, oltre a sostenere il peso, smorza le oscillazioni. Settare le sospensioni non è un'operazione immediata e richiede una buona esperienza, possiamo però provare a capire come e quando intervenire in maniera rapida. Ciò che possiamo quindi fare, è agire sulle sospensioni per modificare la costante elastica della molla (precarico), dandole un ritorno più o meno lento (freno di estensione) e cambiando il freno idraulico che agisce nella compressione della molla (freno di compressione). In questo modo la moto reagirà alla guida e al terreno nella maniera che serve ad una prestazione migliore. Innanzitutto è necessario sapere cosa sia il "SAG". Il SAG è un valore che misura il cedimento delle sospensioni, il quale può avvenire a causa del solo peso della moto (in questo caso si parla di SAG statico) o a causa del peso dovuto alla moto stessa con pilota alla guida (Race SAG).

27

Occorrente

  • Attrezzi da meccanico
37

Controllare il race Sag

Per misurare questo valore è sufficiente posizionare la moto su di un cavalletto, lasciando le ruote sospese da terra, e misurare. Una volta tolto il cavalletto basta mantenere la moto in posizione verticale, comprimendo appena forcella e ammortizzatore: nel fare questo dovete far molleggiare le sospensioni con decisione, riprendendo con le misure. La differenza tra i due valori vi dirà esattamente quanto misura il SAG. Se questo, di solito, supera i 20 mm, significa che la molla non ha la giusta "tenacia" e che quindi occorre sostituirla. In genere ogni molla ha stampato su di sé il valore indicativo da non superare, che varia a seconda della loro durezza. Per controllare il Race SAG, con pilota alla guida, occorre fare la differenza tra la distanza dal centro dei perni ruota a un punto preciso (come la piastra della forcella anteriore e la punta del parafango posteriore, per esempio) con e senza il pilota in posizione di guida (ovviamente vestito con tuta e protezioni, per non alterare il peso effettivo, altrimenti regolerete poi le sospensioni su un peso non reale, e le prestazioni ne risentiranno notevolmente). Ovviamente il pilota da utilizzare per la prova deve essere quello che poi guiderà la moto. Ecco un sito internet molto utile alla nostra causa. https://www.motoclub-tingavert.it/a344s.html.

47

Regolare la frenatura di rilascio e di compressione

Cominciamo così con le regolazioni, sia per quanto riguarda la frenatura di rilascio sia per la frenatura di compressione. Per fare questo, non resta altro che eseguire dei giri di prova sul percorso e testare il vostro feeling col mezzo, di solito ad un registro ad alta velocità. Per una regolazione più precisa vi consiglio di eseguire due click per volta, in modo da avere come punto di riferimento l'assetto di partenza e da non stravolgere troppo le modifiche ogni volta. Aumentate i click se la moto si dimostra instabile, saltellante e imprecisa, se appare troppo soffice, con tendenza a tamponare sulle buche più profonde, se ondeggia e si scompone in piega e se il posteriore si schiaccia troppo in uscita in curva. Se invece percepite troppo le buche e provate una sensazione di durezza, se il motociclo è rigido, instabile e con poca elasticità specie sui cambi di pavimentazione dell'asfalto, se la forcella arriva a fondo corsa, il posteriore è rigido in uscita dalla curva e saltella, allora occorre diminuire i click. Ovviamente sono sensazioni che cambiamo di persona in persona, in base alla propria tecnica di guida e in base a quello che si vuole ottenere dalla propria moto. È proprio per questo che vi aiuto con questa guida, anche il più bravo dei tecnici non potrà mai capire veramente a fondo cosa volete dalla vostra moto. In questo sito sono presenti alcune importanti informazioni da tenere a mente. http://racing.altervista.org/setting.htm.

Continua la lettura
57

Ottenere un buon setup

Fondamentale, prima di eseguire ogni test, è non sottovalutare alcuni fattori come una corretta regolazione all'idraulica, scorrevolezza delle forcelle, lo stato dei pneumatici (devono avere un buon grip), la temperatura esterna, eccetera. Ricordate che non esiste un setup perfetto che vada bene per tutti e che ogni minimo cambiamento presuppone altre regolazioni da dover eseguire per rendere la moto stabile e competitiva... Con l'esperienza e con molti tentativi, però, sarà possibile ottenere buoni risultati e una configurazione ideale per lo stile di guida di ciascun pilota. In caso contrario tentate di rivolgervi ad una persona fidata che vi capisca, che capisca i vostri bisogni e il vostro stile di guida e soprattutto che vi segua per un lungo periodo in modo da studiare eventuali accorgimenti aggiuntivi studiandovi in pista. Ecco qualche ulteriore spunto da seguire. https://www.bikeitalia.it/sospensioni-mtb-funzionamento-e-regolazione/.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Moto

Come mettere la moto sul cavalletto posteriore

In questa guida vedremo come mettere il cavalletto posteriore per moto sia molto utile e serve per tante cose, ad esempio se devi tenere ferma la moto per lungo tempo è indicato sollevare da terra la gomma posteriore, per evitare che col peso si deformi...
Moto

Come regolare la forcella della Kawasaki Kx

Le moto moderne di oggi, sono dotate di sospensioni regolabili, impostate in modo che qualsiasi attrezzo come un cacciavite o una chiave possano facilmente raggiungerle, per eseguire una corretta manutenzione. Quando si apportano modifiche alle sospensioni,...
Moto

come sostituire e regolare la catena della moto

Moto ed auto necessitano di una manutenzione ordinaria. Per quanto concerne le moto è necessario controllare la tensione della catena. Se quest'ultima è troppo lenta vuol dire che è arrivato il momento di sostituirla. Una catena usurata diventa pericolosa...
Moto

Come regolare la sella della moto

Per guidare in maniera comoda e fluida una motocicletta è necessario avere una corretta posizione di guida: l'impostazione di guida deve essere comoda per permettere al guidatore di potersi muovere agevolmente limitando al massimo l'affaticamento nella...
Moto

Come regolare la frizione della moto

Possedere una motocicletta significa dedicare molto tempo alla sua manutenzione: guidare un mezzo sicuro ci permetterà di godere totalmente delle sue potenzialità. La prassi manutentiva annovera, tra le sue procedure, anche la regolazione della frizione....
Moto

Come regolare la catena di trasmissione della moto

Viaggiare in moto, sentire la brezza dell'oceano che accarezza il viso, la smania di scoprire il mondo in tutte le sue tradizioni e culture diverse. I bolidi su due ruote possono dare veramente tante emozioni. In questa guida si vedrà come regolare la...
Moto

Come regolare il carburatore di una moto

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come regolare nel migliore dei modi il carburatore di una moto. Se si è in possesso di una moto generalmente ogni volta che si ha l'esigenza di eseguire un determinato intervento,...
Moto

Come regolare la pressione delle gomme di una moto

Andare un motocicletta è una delle emozioni più grandi e sensazionali che si possano provare. Essere in sella alla propria vettura e sentire il rombo del motore è un piacere che in pochi sanno apprezzare. La passione per la moto accomuna comunque moltissime...