Regolamentazione delle zone a traffico limitato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In tutte le città Italiane, nessuna esclusa sono presenti le zone a traffico limitato. Queste includono zone e aree dove il transito viene regolato da orari ben precisi. Inoltre vengono determinati orarie di circolazione a specifiche categorie. Ognuno di queste riporta dei pannelli integrativi applicati sotto il segnale stradale 187 che indica l'inizio di una ZTL. Per poter sostare in queste zone occorre il corrispondente pass che viene rilasciato dal comune. Solitamente queste aree vengono realizzate per limitare il traffico (e quindi l'inquinamento) e per consentire ai pedoni una bella passeggiata per le vie del centro. Vediamo ora, nei particolari, la regolamentazione delle Zona a Traffico Limitato.

26

Occorrente

  • Pass
36

Queste regolamentazioni sono presenti nell'articolo 7, comma 9 del Codice della Strada. A questo proposito si sancisce che ogni comune dovrà provvedere ad istituire le proprie zone a traffico limitato. Questo nel rispetto dell'ambiente e del cittadino per particolari aree in cui sia necessario minor traffico e la conseguente diminuzione dell'inquinamento. In questo modo si intuisce già da subito che il Codice della Strada lascia potere decisionale ad ogni singolo comune. Ma purché esso rispetti il fatto che in queste zone possano transitare solo pedoni, biciclette, ciclomotori. Infine veicoli a trazione elettrica, motocicli e i mezzi muniti di autorizzazione.

46

Inoltre il comune deve stabilire questi spazi in modo da non interferire con il normale funzionamento della circolazione stradale. A questo proposito la Corte di Cassazione nel 2008, ha stabilito il libero accesso in tutte le zone a traffico limitato d'Italia esclusivamente ad alcune categorie protette. Concedendo così delle zone riservate alla sosta. Mentre pagando una specifica tassa, decisa dai Comuni, potranno avere accesso i residenti, i negozianti aventi attività presso quell'area, i possessori di garage o di spazi chiusi.

Continua la lettura
56

Si dovranno delimitare degli spazi riservati alla sosta degli organi di polizia, dei vigili del fuoco e dei servizi di soccorso. Favorire aree per lo scarico e il carico di cose in presenza di negozi. Quindi prescrivere gli orari ed i giorni riservati all'accesso e alla sosta alle zone a traffico limitato. Questi spazi vanno segnalati dagli appositi cartelli oppure da varchi elettronici (approvati dal Ministero dei Trasporti) che, però, prevedono anche un pre-avviso circa 80 metri prima.
Le sanzioni a cui un cittadino va' incontro non rispettando il regolamento vanno da un minimo di 70 euro fino ad un massimo di circa 600 euro nelle violazioni più gravi; non è prevista, invece, la rimozione di alcun punto dalla patente di guida.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante la guida fate sempre molta attenzione ai segnali stradali per evitare di andare incontro a sanzioni anche piuttosto salate!
  • Se abitate nelle zone interessate munitevi di permesso, ovviamente pagando la tassa specifica
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Patente

10 consigli per passare l’esame di guida

Passare l'esame di guida può sembrare difficile ma in fin dei conti non lo è, dopotutto se così tante persone ogni anno prendono la patente di guida, anche se magari non al primo tentativo, significa che è fattibile. Ci sono norme da rispettare, e...
Patente

I principali segnali orizzontali

La segnaletica orizzontale ricopre l'ultimo posto nella gerarchia delle segnalazioni, dopo quella manuale dell'addetto al traffico, quella luminosa (es. Semaforo) e quella verticale, ma non per questo è meno importante conoscerla. Essa diventa infatti...
Patente

Come funziona il semaforo di onda verde

In questi ultimi anni si sente sempre più spesso parlare del cosiddetto "semaforo di onda verde", un sistema che è destinato, in pochi anni, a rivoluzionare la viabilità e il traffico cittadino, soprattutto in prossimità di centri urbani di dimesioni...
Patente

Come comportarsi nelle corsie di accelerazione

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come comportarsi al meglio nelle corsie di accelerazione e senza creare nessuna situazione di pericolo. Il Codice della Strada definisce le corsie di accelerazione come tratti specializzati...
Patente

5 consigli per imparare a parcheggiare

Parcheggiare è, forse, una delle cose più difficili da fare per un neopatentato. Probabilmente, ci vorrà del tempo affinché riusciate ad eseguire un parcheggio perfetto. Non scoraggiatevi se non sapete ancora farlo. Grazie all'esercizio e all'esperienza...
Patente

I principali segnali manuali

Sono davvero tante le regole da rispettare secondo il Codice della Strada: vi sono cartelli di pericolo, di divieto, di obbligo, di indicazione, e così via. Ma ce n'è una specifica di cui spesso non si tiene conto: i segnali manuali. Questa guida è...
Patente

5 cose da sapere per guidare negli Stati Uniti

Guidare negli Stati Uniti d'America è molto comodo soprattutto se ci si deve spostare in luoghi relativamente vicini o se si desidera visitare i dintorni di una città. Esistono però delle differenze tra la guida in Europa, ed in Italia soprattutto,...
Patente

Come affrontare l'esame per il patentino

Nell'anno 2011, le modalità d’esame per conseguire il patentino sono state modificate, perché sono entrate in vigore le nuove norme giuridiche con l’introduzione del cosiddetto "Certificato di Idoneità alla Guida dei Ciclomotori" (CIGC): la nuova...